Il Blueprint. I passi per costruire il proprio brand

Come comunichi il tuo business al resto del mondo?

Italo Cillo aveva messo a punto un sistema che ha insegnato nel corso di numerose lezioni fondamentali, in cui spiegava ai suoi studenti come creare uno stile comunicativo personalizzato e al contempo universale. 

Lo aveva chiamato “Blueprint” (il progetto) : sono 23 passi, o passaggi, da seguire per riuscire a costruire il proprio brand ed integrare le proprie competenze con una strategia di marketing efficace.

Perché 23 passi?

Il percorso da lui strutturato si divide in 23 argomenti differenti, ma collegati uno all’altro, che spiegano passo dopo passo come elaborare un piano di comunicazione eccellente.

Affronta argomenti come “potere”, “promessa”, “valore”, “bullet” e per ognuno di essi spiega approfonditamente dei concetti complessi ma resi semplici dai numerosi esempi e dagli interventi dei partecipanti dei suoi seminari.

Il bello delle sue lezioni era proprio il confronto diretto tra studenti e maestro, che consentiva di applicare ogni nozione alla propria attività e al proprio approccio lavorativo.

Riascoltare oggi ognuno dei suoi corsi, significa fruire ancora delle parole di un grande mentore. Le sue lezioni mantengono intatta la loro efficacia e offrono inoltre sempre ottimi spunti e motivi di riflessione e autoanalisi. 

In particolare, grazie al Blueprint, qualunque pezzo della comunicazione e del marketing, qualunque pezzo di contenuto può essere strutturato per parlare al pubblico del tuo brand. Con il vantaggio di disporre di un modello che può essere declinato al tuo business e rispecchiare il tuo stile, perché è una struttura – un telaio – che è possibile riempire come meglio si crede.

Italo parla di “modello unificato” perché unifica persuasione ed etica, cuore e testa, contenuti e tecniche.

Un solo modello comunicativo

Il linguaggio di una lettera di vendita, del marketing, del webinar, dei seminari dal vivo, del libro, dell’ebook e degli articoli deve essere sempre lo stesso: ugualmente coinvolgente ed andare dritto al punto per essere chiaro per il pubblico. Adoperare un linguaggio costante significa non alternare forme di comunicazione entusuastiche a forme istituzionali e “piatte”: gli utenti devono percepire uniformità e sentirsi guidati.

Vendita, marketing e contenuti devono presentare un unico modello comunicativo.

Il progetto, il Blueprint, deve essere ben chiaro nella testa di chi vuole iniziare un business e deve essere pianificato prima della realizzazione pratica dell’attività. Senza pianificazione non si può realizzare un business coerente e solido. 

Quando il progetto viene messo in atto, la riuscita del tuo business deve essere 100 volte più potente di come l’avevi immaginato: si tratta di ricostruire il modo in cui il tuo business si presenta al mondo.

Essere professionisti responsabili

Questo modello però non è adatto ai dilettanti, a chi ancora non ha un’idea chiara di ciò che vuole da se stesso e dalla sua professione.

Il “vediamo se..” non esiste nella vita. “Vediamo se funziona e se faccio un po’ di soldi” è un approccio da dilettanti. 

“Prendo questo e lo faccio finché non riesco a farlo e so che dipende da me e non mi arrendo” questo sì, è l’approccio di chi è pronto a impegnarsi davvero e a mettere in gioco tutte le sue potenzialità.

Questo è il modo di pensare di un professionista responsabile, mentre il “vediamo se” va bene per un opportunista che rincorre le mode del momento ed è semplicemente a caccia di opportunità.

Chi invece ha le idee chiare ma sta ancora cercando la propria nicchia di mercato potrà applicare solamente la metà degli insegnamenti di Italo: ma facendone tesoro potrà partire alla grande.

Un modello plug&play

Il Bluprint, pur essendo applicabile anche al commercio di prodotti fisici è pensato per la proprietà intellettuale e per migliorare concretamente la vita degli altri.

E’ una scuola di imprenditoria e non specificatamente di marketing: insegna il modo di comunicare il proprio messaggio e raggiungere più persone possibili.

Infomarketer, autori, formatori, blogger, speaker, terapeuti, insegnanti, trainer, istruttori, copywriter… chiunque vive del proprio messaggio. E chiunque può portare il modello di Italo con sè per il resto della vita, perché è un know-how sempre applicabile.

Italo lo definiva metaforicamente “plug&play” , ovvero metti la spina e funziona. Attacchi la spina e il modello va da sé.

Ma più di ogni altra cosa serve la passione per ciò che fai: la passione è la condizione senza cui è impossibile avviare un business. Passione, amore per il pubblico e amore per la condivisione.

Commento

La tua email non sarà pubblicata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco