Come raggiungere gli obiettivi

Se l’argomento è come raggiungere gli obiettivi, prima di tutto bisogna mettersi in testa che non esistono obiettivi giusti e obiettivi sbagliati.

Gli obiettivi, come i valori d’altra parte, non hanno una morale, non sono giusti o sbagliati, sono semplicemente scelte.

Se invece il punto è come definire gli obiettivi, bisogna considerare che la scelta degli obiettivi e delle priorità da dare agli obiettivi da raggiungere nella vita è una fase precedente, che ha a che fare con te, col tuo modello di stile di vita e con i tuoi desideri e aspirazioni profondi.

Gli obiettivi non sono “chi sei tu”, ma tue scelte, a volte più o meno consapevoli, ma sono TUE scelte. Gli obiettivi da raggiungere nella vita sono una conseguenza della tua visione della vita, non la visione della vita in sé.

Invece una volta che hai chiarito l’obiettivo, c’è un processo, ed è sempre quello, per raggiungerlo senza errori e con il minor tempo (e sforzo). Non è più questione di cuore e anima, ma di metodo!

E un metodo ha un suo schema, ecco quello che usiamo in Cerchia Ristretta:

  1. Rendi specifico e misurabile l’obiettivo
  2. Definisci le azioni intermedie
  3. Calendarizza (e non rimandare)
  4. Impara a «dire di no!»
  5. Premiati e crea spazio

Quindi PRIMA chiarisciti sulla natura del tuo obiettivo, come questo si inserisce nella tua vita e si combina con le tue aspirazioni più profonde, POI segui uno schema preciso, diventa un esecutore seriale, pena il totale fallimento.

In poche parole gli obiettivi sono i «sogni» con un progetto esecutivo

Senza un progetto esecutivo i sogni rimangono sogni e da essere lo stimolo per migliorarsi e migliorare il mondo, diventano degli incubi che portano rimpianti e depressione.

Se invece utilizzi la formula in 5 passi di Cerchia Ristretta per raggiungere un obiettivo, allora hai altissime possibilità di realizzarlo senza errori e nel minor tempo possibile.

Per rendere tutto più realistico e pratico ti illustro questi 5 passi partendo da un esempio concreto.

Diciamo che ho deciso che l’obiettivo è guadagnare di più: non conta che sia un obiettivo aziendale o professionale, o che sia semplicemente un obiettivo personale, la formula dei 5 passi funzionerà bene comunque.

1) Rendi specifico e misurabile l’obiettivo

Partiamo col primo passo, ovvero specifica e rendi misurabile l’obiettivo prefissato.

Questa fase rientra nel «come definire un obiettivo» ed è la più vicina alla sorgente, ovvero chi sei tu.

Quando pensi alla tua vita e agli obiettivi che vuoi raggiungere, va benissimo se l’obiettivo è definito in modo generico, a grandi linee, ma quando è ora di realizzarlo è fondamentale specificarlo bene e renderlo misurabile.

Tornando al nostro esempio, ho come obiettivo di guadagnare di più.

Bene, lo rendo più specifico dicendo, per esempio, quanto di più e quando. Quindi la formulazione dell’obiettivo diventa: «Voglio guadagnare il 30% in più all’anno entro 3 anni da oggi».

Se un obiettivo non è specifico e misurabile allora non sai esattamente da dove partire, cosa devi fare e nemmeno quando è stato raggiunto.

Il che è un vero e proprio disastro, senza il passo 1 le probabilità che un obiettivo venga raggiunto sono quasi nulle, è quasi peggio che navigare a vista.

Quindi passo 1, rendi specifico e misurabile il tuo obiettivo!

2) Definisci le azioni intermedie

Immagino che a questo punto stai pensando: “Caspita, se si tratta di come raggiungere un obiettivo aziendale capisco tutto questo dettaglio, ma io devo solo riuscire a portare mio figlio a Gardaland…”

E hai ragione, infatti non tutti gli obiettivi sono complessi e pieni di azioni intermedie, di solito sono più complessi gli obiettivi a medio e lungo termine.

Resta il fatto che ogni obiettivo è fatto di azioni  intermedie, magari sono immediate e ovvie per te, ma ci sono. Per portare a Gardaland mio figlio devo fare in modo di avere i soldi, di sapere date e orari di apertura, un modo per raggiungere il luogo, ecc…

Quando hai fissato un obiettivo devi visualizzarlo nei dettagli e scrivere la serie di passi che devi fare per raggiungere quell’obiettivo.

Eravamo rimasti a «Voglio guadagnare il 30% in più all’anno entro 3 anni da oggi», se facciamo finta che sono un pizzaiolo e facendo i conti potrei raggiungere questo obiettivo vendendo un mio libro in autopubblicazione online, una serie di passi potrebbe essere questa:

  1. mi iscrivo ad un corso per imparare a scrivere bene un libro
  2. scrivo un libro sui trucchi per fare una pizza da sballo
  3. imparo a promuovere un libro con un sito web
  4. imparo ad autopubblicare il libro su Amazon
  5. pubblico il sito web e il libro
  6. faccio marketing online per portare visitatori al mio sito

Naturalmente è solo un esempio, probabilmente questa lista dovrebbe essere molto più lunga, anzi questa lista più dettagliata e lunga è, meglio è.

Quello che conta di più in questo momento è che tu rifletta sull’importanza di dividere in piccole sezioni un obiettivo per renderlo ancora più facilmente realizzabile.

Quando hai deciso un obiettivo chiediti sempre: «Quali azioni intermedie devo fare per raggiungerlo?»

Suggerimento: comincia sempre dalla fine e vai a ritroso cercando di definire una sequenza logica (e realizzabile per te) di cose da fare nella pratica.

Questa fase potrebbe risultare anche molto lunga ma, specialmente se è un obiettivo complesso e a medio o lungo termine, più energia e tempo dedichi a questa fase meno intoppi avrai durante il tragitto.

Gli imprevisti ci sono sempre, questo è ovvio, ma questa è pèroprio la fase migliore per ragionare sugli imprevisti e prevederli per evitarli o almeno ridurre il loro impatto sul raggiungimento del tuo obiettivo.

3) Calendarizza (e non rimandare)

come-raggiungere-obiettivi-calendario

Una parola chiave fondamentale da mettersi in testa se vuoi davvero sapere come raggiungere gli obiettivi è «agenda», che siano obiettivi aziendali, personali o famigliari.

Il motto delle persone di successo è “se non è in agenda, non esiste!”, quindi se anche tu vuoi essere una persona di successo sappi che senza agenda, niente successo 😉 .

Oggi avere un’agenda è facilissimo, tutti abbiamo uno smartphone ormai, quindi basta usare Google Calendar o qualche altra applicazione simile e metterla nella pagina iniziale dello smartphone.

Personalmente segno in agenda quasi tutto, perfino se devo fare una gita al parco con mio figlio (o portarlo a Gardaland 🙂 ).

Se hai figli molto probabilmente ti sarà capitato di ritrovarti a promettere qualcosa ma di rimandare spesso e magari poi ritrovarti a fare quella cosa, che ormai avevi promesso, di fretta o peggio ancora controvoglia.

Non è che non vuoi bene a tuo figlio, è solo che non hai calendarizzato quella promessa, tutto qua!

Nel nostro caso dovrai calendarizzare ognuna della azioni intermedie, con una data di scadenza precisa.

Se sei una persona con tanti impegni oltre a calendarizzare puoi anche definire dei task (in italiano: compito) con scadenza, li puoi definire sia in Google Calendar che con qualche applicazione specifica per la gestione dei task.

Definire dei task in questo modo ti permettere di non far passare l’appuntamento con la tua azione intermedia e metterlo nel dimenticatoio.

In ogni caso se non realizzi nei tempi prestabiliti un’azione intermedia o l’intero obiettivo dei fermarti un attimo e chiederti il perché è successo per evitare che succeda un’altra volta. Poi riorganizzi il calendario in coseguenza del ritardo che hai accumulato.

4) Impara a dire di no!

Quando hai calendarizzato, non farti distrarre da nessuno, non cedere mai, impara a dire di no a QUALSIASI altra cosa che voglia interferire e sostituire la tua calendarizzazione.

Specialmente se sei alle prime armi con un’organizzazione di questo genere, devi avere il pugno di ferro.

Prenditi il tuo spazio per fare quello che devi fare, spegni il cellulare o qualsiasi altra distrazione, non aprire alla porta di casa e chiudi a chiave quella della stanza in cui sei 😀 .

Più è alta la tua determinazione e più si faranno avanti “alternative urgenti” a quello spazio che hai creato nella tua agenda. Man mano che arrivano queste “alternative urgenti” devi disattivarle con forza e prima possibile, vedrai che saranno sempre meno.

Naturalmente dovrai dire di no anche alle classiche attività che fanno perdere tanto tempo quasi a nostra insaputa, purtroppo:

  • televisione
  • facebook
  • chat
  • dormire troppo
  • chiacchiere
  • ecc…

evitare queste cose il più possibile è un comune denominatore di tutte le persone di successo, quindi «impara a dire di no!» anche a queste.

Un’altra cosa a cui dire no dopo che hai calendarizzato il tuo obiettivo è dire no! al cambiamento

Questa affermazione ti risulterà come minimo controintuitiva, dato che se stai leggendo questo articolo molto probabilmente anche tu, come tanti altri lettori e studenti di Cerchia Ristretta, fai parte della minoranza consapevole che ama la libertà, la creatività e il cambiare (in meglio).

Eppure uno degli errori più gravi che si fa quando si parla di come raggiungere i propri obiettivi è proprio cambiare, cambiare date, cambiare modo, cambiare obiettivo (ommioddio, questa è la più grave!!!), cambiare nome, cambiare business, cambiare marketing, cambiare, cambiare, cambiare…

Il tempo di cambiare è prima, quando modelli la tua visione della vita, scegli i tuoi obiettivi strategici e fai il piano con le azioni intermedie… poi devi solo eseguire e basta.

Logico che non intendo che devi rincitrullirti e non fare piccoli aggiustamenti in corsa che migliorano la tua performance, ma sono, appunto, piccoli aggiustamenti.

5) Premiati e crea spazio

come-raggiungere-obiettivi-premio

Ogni volta che hai finito un’azione intermedia e soprattutto quando hai raggiunto il tuo obiettivo devi darti un premio: un’ora alla spa, un weekend rilassante, una cena con gli amici, il tuo dolce preferito, qualsiasi cosa, basta che lo fai.

Prenditi spazio e tempo, calendarizza anche questo, festeggia il tuo risultato.

Se non lo fai allora diventerà sempre meno divertente e, specialmente nei progetti che coinvolgono obiettivi a lungo termine, non riuscirai a mantenere l’entusiasmo perché non vedi “la fine del progetto”.

Quindi, non trascurare questa fase, è molto importante!

Come raggiungere gli obiettivi: conclusione

Mi è capitato che i più stravaganti frequentatori di Cerchia Ristretta vorrebbero sapere come raggiungere i propri obiettivi rimandendo a letto, ma credo che a questo puinto sia chiaro anche a te che raggiungere i propri obiettivi è questione soprattutto di metodo e di pratica.

Gli obiettivi non hanno un’anima, sei tu che hai un’anima, gli obiettivi sono “solo” una serie di azioni concrete che portano ad un risultato, quindi rimanendo a letto la vedo dura .

D’altra parte è anche vero che più ti gestirai con i nostri 5 passi, più aumenterai efficacia ed efficienza: più produttività in meno tempo. Quindi puoi avere di più o avere più tempo, cioè puoi anche rimanere uin po’ di più a letto o sul divano :-).

Se hai troppi obiettivi in testa e non hai nemmeno un minuto per te, oppure non hai molta ispirazione perché magari qualcuno o qualcosa ti ha “rubato i sogni”, fermati un attimo, prenditi un paio di giorni e decidi un obiettivo importante per te, uno solo, da raggiungere in un tempo non troppo lungo, diciamo al massimo un anno (meglio 6 mesi).

Riprendi in mano il nostro sistema in 5 passi per raggiungere un obiettivo:

  1. Rendi specifico e misurabile l’obiettivo
  2. Definisci le azioni intermedie
  3. Calendarizza (e non rimandare)
  4. Impara a «dire di no!»
  5. Premiati e crea spazio

e seguilo fedelmente, almeno per una volta senza sgarrare… forse adesso non ci credi, ma alla fine sarai un po’ di più la versione migliore di te.

Ora quello che devi fare è iscriverti alla Open Class gratuita che ho preparato per te!

Scopri come l’Infomarketing può darti sia la libertà che desideri sia il controllo totale del tuo business!

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco

3 webinar dal vivo che ti mostreranno una volta per tutte come puoi creare qualcosa di unico che faccia realmente la differenza e che sia duraturo nel tempo.

P.S.
Quando inizierai ad organizzare i tuoi obiettivi così, specie nei primi tempi, chi ti sta intorno potrebbe seccarsi e vederti come una persona troppo seria e rigida. Sappi che è normale, un po’ perché è utile un po’ di fanatismo da parte tua all’inizio, sia perché le persone efficaci ed efficienti danno fastidio a chi non lo è… quindi dovrai sviluppare anche tolleranza e compassione!

Dai son curioso, quali dei consigli che ti ho dato in questo articolo ti sembrano più utili e rilevanti per te?

Commento

La tua email non sarà pubblicata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco
CERCHIA OPEN CLASS

Scopri come l’Infomarketing può darti sia la libertà che desideri sia il controllo totale del tuo business!

NO SPAM! I tuoi dati sono al sicuro!

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco